Stress: accoglierlo e superarlo naturalmente

La società in cui viviamo ci mette sotto stress con i suoi ritmi caotici, privandoci del giusto tempo da dedicare a noi stessi.
Al giorno d’oggi si è tutti “sempre connessi”. Alla fine della giornata, però, l’unico individuo con il quale non si è riusciti a comunicare – e ancor prima ascoltare – siamo proprio noi stessi.

Ormai anche il giornalismo generalista dedica ampio spazio agli effetti del nostro stile di vita sul nostro spirito, sul nostro benessere, sulla nostra salute, in questo periodo già messa alla prova dall’arrivo delle giornate più fredde.
Il sistema immunitario è il nostro scudo da tutte le minacce organiche presenti nel mondo che ci circonda. Soffermiamoci quindi sui meccanismi messi in funzione dal nostro corpo in determinate situazioni di stress: una catena di risposte fisiche che possono debilitarci ulteriormente.

Il cortisolo, ormone dello stress

Nei momenti di maggiore tensione, il cervello dà l’impulso per la produzione di un ormone, il cortisolo, il quale nome è ormai identificato universalmente come simbolo dello stress. Quando ci ritroviamo in condizioni di maggiore difficoltà (ad esempio a causa del lavoro, delle preoccupazioni in famiglia, di questioni economiche…) questo ormone stimola il rilascio nel sistema cardiovascolare di glicemia, grassi e adrenalina.

L’obiettivo del nostro cervello è mettere a disposizione maggiore energia al nostro fisico, aumentando la pressione sanguigna. È facile comprendere quindi come il nostro corpo risponda in maniera organica anche a situazioni in cui è la nostra sola mente ad essere sollecitata, innestando così un circolo vizioso.
Il malessere inizialmente emotivo diventa così fisico, con quelle sensazioni di ansia e agitazione che spesso crescono lungo l’arco della giornata.
Il picco di stress si raggiunge alla sera, quando invece il nostro corpo dovrebbe prepararsi al riposo ristoratore. La natura del resto ci indica come i ritmi, con l’approssimarsi del tramonto, si facciano più lenti e armoniosi.

La stanchezza cronica, l’insorgere di insonnia, la mancanza di spinta vitale sono tutte forme tipiche di un individuo vittima da stress eccessivo.

Ascoltiamo il nostro spirito

Jonathan Swift diceva: “I migliori medici della mia vita sono tre: il dottor Dieta, il dottor Riposo e il dottor Ottimismo.”

Dobbiamo essere noi per primi in grado di ascoltare i segnali che ci arrivano dal nostro corpo, consci di quanto questo sia in salute solo se accompagnato da uno spirito in equilibrio.
Il nostro mondo interiore è il tesoro nascosto che ci rende ognuno un essere unico e particolare, un patrimonio che merita tutta la nostra consapevolezza. É fondamentale quindi trovare tempi solo per noi, per raccogliere energia vitale e rispondere alle nostre difficoltà, alle nostre insicurezze.
Proviamo dunque a sciogliere quei nodi talmente intricati da sembrare ormai pugni chiusi, come la corazza che abbiamo imparato a costruirci.

Massaggio antistress

Contattami per maggiori informazioni sui massaggi antistressIn anni di studio di tecniche di rilassamento, manipolazione, riequilibrio tramite strumenti e simbologie molteplici, ho avuto la fortuna di avvicinarmi a importanti professionisti provenienti da diverse parti del mondo, elaborando trattamenti antistress che mettono al centro la persona, le proprie risonanze e il proprio percorso…Un percorso che oggi ti ha portato su questa pagina.

Sono a disposizione per ascoltarti, ma soprattutto per accompagnarti nell’ascolto del tuo interiore.

L’esistenza ha bisogno di te al tuo meglio, così come sei.

Lascia un commento

Chiudi il menu